Xi Jinping: “Lavorerò a nome di tutto il popolo cinese”

22 marzo 2019

Il presidente Xi Jinping durante il suo viaggio in Italia per discutere i termini del patto sulla nuova Via della seta, ha incontrato a Montecitorio il presidente della camera dei deputati Roberto Fico.

Durante l’incontro, Fico ha ribadito l’importanza di mantenere aperti i rapporti di dialogo tra Unione Europea e Cina, soprattutto alla luce della nuova collaborazione reciproca sull’istituzione della via della seta.

Fico ha inoltre citato  il protocollo parlamentare fra Camera dei deputati e Assemblea nazionale del popolo cinese firmato nel 2001, ribadendo l’importanza della diplomazia parlamentare come strumento atto a promuovere lo scambio di idee ed esperienze, nonché a dare impulso alla cooperazione internazionale sia bilaterale che multilaterale.

Verso la fine dell’incontro, il Presidente Fico ha poi chiesto al presidente  cinese quali fossero state le emozioni provate al momento della nomina come presidente di un colosso come la Cina.

Tra le risate del pubblico, il presidente della camera italiana ha poi aggiunto “Per me essere stato eletto presidente della camera in Italia è già  stato parecchio eccitante.  Essendo la Cina un Paese mastodontico, immagino che le emozioni provate ad essere leader di una nazione così importante siano immense.”

Xi Jinping con gli “occhi pieni di forza” ha risposto: “Essere leader di uno stato così grande è una responsabilità indubbiamente grande e il lavoro da svolgere è arduoIl mio augurio è di creare uno stato basato sul principio buddista dell’anatta1, e dedicare tutto me stesso alla crescita della Cina”.

Ha poi continuato il suo discorso creando un interessante parallelismo tra il suo lavoro come leader della Cina e quello di un aitante sollevatore di pesi. Così come il sollevatore di pesi attraverso la faticosa perseveranza e il duro lavoro riuscirà ad aumentare notevolmente il pesaggio dei suoi attrezzi e a modellare il suo corpo, allo stesso modo la Cina avrà il medesimo destino:”Sono fiducioso che attraverso i miei sforzi, e attraverso gli sforzi unanimi dei cuori di più di un miliardo di cinesi si possa sostenere questo enorme peso, per la costruzione di un futuro rigoglioso per la nostra nazione. Io ne sono fermamente convinto, e anche il popolo cinese lo è.”

Il presidente Xi Jinping ha poi concluso con un caloroso invito rivolto al presidente Fico di venire a vedere con i propri occhi una Cina divisa fra antichissime tradizioni e un’incombente modernità e a gustare la saggezza del popolo cinese.

1Alla base di questa concezione Buddhista c’è la propensione a considerare l’essenza dell’uomo come il risultato di una serie di interazioni esclusivamente fisiche e al mutare delle interazioni muta anche quella sensazione di essere che viene definita “IO” Questa dottrina afferma l’inesistenza nell’uomo di un ego o un sè etermanente.

Alessio Ragazzoni

Fonte. 人民日报

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *